fbpx

In una visione prospettica di continuità rispetto alle precedenti iniziative, il Cineclub Piacenza G. Cattivelli in collaborazione con FEDIC (Federazione Italiana dei Cineclub) ha predisposto, per l’a.s. 2023/24, un nuovo Bando di concorso video GIORNATA PIACENTINA DEI CINECLUB , giunto alla sua quarta edizione che prevede
due sezioni:

  • Una sezione, a tema libero, indirizzata a tutti i soci del Cineclub Piacenza e ai soci Fedic (Federazione Italiana dei Cineclub)
  • Una sezione indirizzata a tutte le Scuole di ogni ordine e grado in cui il tema proposto è il seguente:         LA NATURA: FONTE DI VITA, ARTE E CULTURA:  Scoprila, incontrala, conoscila, vivila, proteggila,   valorizzala,amala.

Il Cineclub Piacenza “G. Cattivelli”, conseguentemente al riscontro positivo da parte dei tre bandi precedenti, ha constatato, nei giovani, un crescente interesse ed una maggiore attenzione per i mezzi di comunicazione collegati alla cultura dell’immagine. Durante la produzione dei cortometraggi e dei filmati, si è infatti evidenziato un coinvolgimento diretto dei ragazzi, permettendo loro l’utilizzo di tutte le attrezzature necessarie per la realizzazione delle opere intraprese, garantendo così il massimo supporto già nella fase di ideazione e stesura. In tal modo si sentono pienamente compartecipi, responsabilizzati e motivati nella fase realizzativa; incentivati e stimolati ad approfondire gli argomenti trattati nella fase conclusiva e a cogliere, nel mentre, le nuove dinamiche che si presentano, da affrontare e risolvere in un lavoro di gruppo e di confronto diretto. Il tutto ovviamente rapportato al livello di età e quindi alla possibilità di elaborazione del vissuto.  In una visione prospettica di continuità, rispetto alle edizioni precedenti, collegata all’indagine e alla conoscenza del proprio territorio di appartenenza e alla volontà di offrire un contributo per agevolare ed integrare una innovativa attività di carattere culturale, nel contesto scolastico, per l’a.s. 2023/24, viene proposto il seguente titolo: 

La Natura: fonte di Vita, Arte e Cultura 
(Scoprila, incontrala, conoscila, vivila, proteggila, valorizzala, amala).

La parte fra parentesi intende esprimere una graduale intensità di approccio al rapporto con la natura: diventa parte integrante del bando 

LINEE GUIDA

Il modo di approcciarsi alla vita è mutato nel corso degli anni. Dalla dolce lentezza che spesso accompagnava le giornate delle persone, si è passati ad una corsa incessante e frenetica verso l’ignoto, il “non dove”. Ci troviamo, pertanto, di fronte ad una realtà velocemente mutevole su tutti i fronti, al punto di non essere più in grado di fermarci a riflettere e a pensare. I processi naturali di apprendimento vengono scavalcati dal rapido avvicendamento del nuovo, privandoci del tempo per metabolizzare, maturare, assimilare quello appena precedente. Piano piano ci siamo adattati a una dimensione spazio-tempo schizofrenica: sempre di più in sempre meno tempo, cercando sempre di ridurre, di sintetizzare, perdendo per strada la cura, l’attenzione alle piccole cose e soprattutto la capacità di relazionarci con l’alterità. Potremmo parlare di un “non tempo”, ovverosia il presente eterno che caratterizza questa nostra epoca in quanto immersi in una onnipresenza del presente, che non ci permette più di percepire e programmare il futuro, sia quello individuale che collettivo. Ciò è la sintesi del vivere contro Natura.

FINALITA’

In un mondo ormai così liquido, fluido, cangiante, ma allo stesso tempo complesso e intersecato da conflittualità e incoerenze, tutto muta velocemente, sia sul piano storico-ulturale che su quello scientifico-tecnologico. Diventa così rilevante interrogarsi e tornare alle origini, per lo sviluppo di una nuova coscienza e conoscenza di sé, del mondo e della Natura, assecondando il rispetto delle sue “regole”.

La proposta del Bando vuol essere un’opportunità di riflessione in merito all’importanza che assume la continua funzione rigeneratrice, vivificante della Natura nei confronti dell’uomo: il suo benessere coincide con il nostro, poiché imparare a “Vivere” in simbiosi con ciò che gira intorno e dentro noi significa raggiungere nuovamente un equilibrio di vivibilità, recuperando quell’Armonia ormai persa, nonché la giusta conciliazione fra “sentire e vivere” il proprio essere, in tutte le sue componenti razionali, emotive, psicologiche, sociali e spirituali. Ciò diviene auspicabile e realizzabile nell’ottica di una Natura Madre, in grado di offrire una inesauribile ricchezza di stimoli, sollecitazioni, curiosità, provocazioni anche in grado di guidare verso una costante riflessione per imparare a cogliere e interpretare nelle sue più alte forme l’idea di Bellezza: un sentimento a cui tutti possono accedere, una lingua che tutti possono capire, che affascina e talvolta spaventa.
Questo mix di Natura, Armonia e Bellezza non può che condurre all’Arte: l’idea divenuta concretezza. 
La Natura è Armonia e immensa bellezza, è per tutti ! Essa è la prima musa ispiratrice dell’Arte, è essa stessa Arte. Basti pensare che tutti gli artisti, in linea con il sentire comune proprio della loro epoca, hanno fondato la propria ricerca artistica sull’esplorazione delle relazioni uomo-natura, giungendo poi ad esprimere dei capolavori. L’importanza dell’Arte vive nell’affrontare questioni nodali del suo tempo con mezzi e linguaggi fruibili a tutti, rendendola universale e offrendo una sempre rinnovata e diversificata visione della realtà che le permette di viaggiare nel tempo. Inoltre, il magico potere della Creatività, espresso attraverso l’Arte, stabilisce un rapporto di compenetrazione con la Natura, pervenendo alla consapevolezza che esistono in natura forze in simbiosi non solo con il pensiero ed il sentimento umano, ma con tutto il creato. Tutto è Vita !! 
Natura e Cultura si presentano come due concetti distinti, ma strettamente correlati. Per natura intendiamo tutto ciò che fa parte del corredo genetico e esistenziale. La Cultura è, invece, costruzione dell’uomo, la cui formazione scaturisce sì da caratteristiche innate e dalla esperienza, ma anche da quel complesso di idee, costumi, comportamenti organizzati in modelli e condivisi da un gruppo sociale. Lo sviluppo naturale e culturale sono, dunque, l’uno consequenziale all’altro. In mezzo solo l’Arte: forma elevata di imitazione intenzionale della Natura, e allo stesso tempo patrimonio umano.

OBIETTIVI

Se la funzione della Natura sta nel far conoscere l’essenzialità dell’esistenza, la funzione della Cultura sta nel produrre una crescita sia personale e collettiva in grado di articolarsi sempre come capacità critica di pensiero, di lettura e di interpretazione della realtà. Diviene, pertanto, importante, nel proprio processo di crescita, imparare a fare un salto dentro di sé, domandandosi se è ancora possibile cambiare qualcosa, dando il proprio personale contributo. Da questo punto di vista la triade “Vita, Arte e Cultura”, mediante processi educativi adeguati e partecipati, può divenire un mezzo di formazione per una crescita organica e integrale della persona. Nello svolgimento dell’attività didattica, come disciplina trasversale, l’Educazione Civica assume una valenza metodologica che contribuisce a rafforzare, all’interno di percorsi multidisciplinari, nella scuola primaria e secondaria, l’impegno verso l’ambiente naturale e quello costruito dall’uomo. 
                                                                                                       
                                                                                                                                                                                     Tema del concorso e Linee guida a cura del prof. Fausto Frontini

Responsabile Sezione Scuole prof. Fausto Frontini Cell 3356559833


 

REGOLAMENTO DEL CONCORSO

DESTINATARI

Il concorso prevede 2 sezioni a cui è possibile partecipare:

1) Sezione riservata a tutte le scuole di ogni ordine e grado. La partecipazione della Scuola è ammessa per classe o per Istituto.

2) Sezione, a tema libero, riservata ai soci del Cineclub Piacenza “G. Cattivelli” e ai soci dei Cineclub iscritti alla FEDIC;

 

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

● L’iscrizione è gratuita;

● La scheda di iscrizione è scaricabile QUI

● Ogni partecipante potrà iscrivere un massimo di due opere;

● Ogni elaborato, con allegata la scheda di iscrizione, deve essere inviato entro e non oltre il 21 aprile 2024.    I partecipanti dovranno inviare gli elaborati, unitamente alla scheda       di iscrizione a info@cineclubpiacenza.it;

● Il Cineclub Piacenza è disponibile a supportare tecnicamente sia durante le riprese, con propria attrezzatura audio/video, sia con consulenza in fase di montaggio e               postproduzione i partecipanti al bando.

 

TIPOLOGIA DI ELABORATI

I partecipanti avranno la possibilità di presentare video che dovranno essere in formato HD ed estensione mp4, della lunghezza di massima di 15 minuti, comprensivi di titoli di testa e di coda e inviati utilizzando preferibilmente le piattaforme WE TRANSFER e FILEMAIL o similari.

VALUTAZIONE DEGLI ELABORATI

Le proposte verranno esaminate da un’apposita commissione valutativa secondo i seguenti criteri:

Ø coerenza del progetto alle indicazioni del concorso

Ø qualità del contenuto

Ø innovazione e originalità degli elaborati

Ø partecipazione attiva delle studentesse e degli studenti alla realizzazione degli elaborati

 

La Giuria selezionatrice sarà nominata dalla direzione del Concorso e assegnerà premi ai miglior video presentati. Possono essere individuate eventuali menzioni speciali e

può essere possibile sospendere uno o più premi. Ogni autore risponde del contenuto della propria opera e delle eventuali liberatorie. I contenuti delle opere presentate in concorso (immagini, suoni, animazioni) devono essere in regola con la vigente normativa sul diritto d’autore. L’organizzazione del concorso declina ogni responsabilità in tal senso.

 

ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO E PRIVACY

I concorrenti dichiarano di possedere tutti i diritti dell’opera e di sollevare il Cineclub Piacenza G. Cattivelli e gli altri enti promotori da tutte le responsabilità, costi e oneri di

qualsiasi natura, che dovessero essere sostenuti a causa del contenuto dell’opera. Dichiarano inoltre di concedere al Cineclub Piacenza G. Cattivelli e agli altri enti promotori

una licenza di uso completa, a titolo gratuito e a tempo indeterminato per tutti gli utilizzi collegati alla suddetta iniziativa e su qualsiasi media e supporto (ex. affissione, stampa,

folderistica, on line) e non potranno vantare alcuna pretesa economica o diritti di altro genere, nemmeno per l’eventuale utilizzazione televisiva, radiofonica o in caso di riprese

fotografiche o discografiche. Dichiarano altresì di accettare incondizionatamente e senza alcuna riserva le norme del Regolamento a cui si riferisce la presente, e di autorizzare al

trattamento dei dati personali ai sensi del Decreto L.gs 101/2018 e al Regolamento UE 679/2016, per tutti gli adempimenti necessari all’organizzazione e allo svolgimento del

concorso.

La partecipazione al concorso e l’invio delle opere implicano l’accettazione senza riserve del presente regolamento.

COMPILA IL FORM PER RICHIEDERE INFORMAZIONI